Il ritmo Circadiano

In Blog

Qual è il tuo ritmo circadiano? 

Poritmo circadianotresti aver sentito l’espressione ritmo circadiano guardando la tua serie medica preferita o cercando online temi riguardanti i ritmi del sonno.

Ma di cosa si tratta esattamente? Quali sono i suoi effetti e cosa si può fare per combattere le problematiche che si potrebbero verificare ?

TEMPUR va oltre il gergo scientifico e spiega tutto quello che si deve sapere…

Cos’è il ritmo circadiano? 

In parole semplici, il ritmo circadiano è definito come il “ciclo di sonno/risveglio”.

Il cervello contiene un orologio interno di 24 ore, che ci fa sentire energizzati o stanchi in alcuni momenti della giornata. Per la maggior parte degli adulti, il corpo si sente naturalmente al livello più basso di energia tra le 2 e le 4 del mattino e tra le 13 e le 15 del pomeriggio (spiegando il piacere del pisolino post pranzo).

Bisogna precisare che il ritmo circadiano cambia a seconda dell’età, del sesso e anche dal fatto che una persona sia naturalmente mattutina o amante della vita notturna. Inoltre, ci sono numerosi elementi esterni che possono influenzare il ritmo cardicadiano, come il rilascio di ormoni, la temperatura e altre importanti funzioni corporee.

Il tuo ritmo circadiano è importante per il benessere?

Tutti noi sappiamo l’importanza della quantità del sonno di ogni notte per farci andare avanti carichi ed energetici durante tutta la giornata.

Il nostro corpo ci aiuta a regolare la quantità del sonno attraverso il ritmo circadiano.

Nel corso degli anni, molti scienziati hanno visto che gli effetti sul nostro organismo, cambiando significativamente questo ritmo naturale, possono generare problemi fisiologici e, nelle circostanze più estreme, comportamentali.

Cosa si può fare per migliorare il ritmo circadiano? 

È stato dimostrato che la parte del cervello che regola e controlla il ritmo circadiano può essere stimolata attraverso la luce e la temperatura.

Quindi, anche se non lo si può migliorare, si possono sicuramente mantenere alcune buone abitudini che riguardano il sonno, per mantenerlo ad un livello salutare.

Uno dei metodi possibili per mantenere il ritmo cardicano ad un livello costante di benessere, è quello di regolare il sonno andando a letto e svegliandosi ad orari simili ogni giorno, anche durante il weekend. Inoltre si dovrebbero ridurre al minimo i pisolini giornalieri, perché disturbano la qualità del sonno durante la notte.

Anche l’ambiente della camera da letto svolge un ruolo importante nel mantenere sano il ritmo circadiano. Bisogna assicurarsi che la temperatura in camera sia fresca e che i cuscini e il materasso siano confortevoli. Per chi ha un sonno leggero, si possono provare tende oscuranti, mascherine per dormire e tappi per le orecchie. Tutto questo per eliminare quelle fastidiose distrazioni indesiderate che ci potrebbero disturbare durante la notte.

Dovremmo inoltre includere nella nostra routine momenti di relax prima di andare a dormire. Queste buone abitudini possono includere una doccia calda, leggere un libro o una rivista ed evitare schermi elettronici e bevande che contengono caffeina almeno un’ora prima di andare a dormire.

 

Come assicuri la notte di sonno dei tuoi sogni? Facci sapere qui di seguito i tuoi suggerimenti…